Laboratorio sulla Carta d’Identità Musicale

Cos’è?

I laboratori sono un momento ludico e di crescita in cui si fa un’esperienza diretta di integrazione tra psicologia e canzoni, sperimentando un contatto empatico con gli altri e con le proprie emozioni attraverso i brani musicali.

Negli incontri si mescolano elementi teorici, esperienze dirette e condivisione di gruppo.

Obiettivi

Durante ciascun incontro i partecipanti sono disposti in cerchio e sono invitati a:

Compilare la propria “Carta d’identità musicale” (cioè le 10 canzoni per loro più importanti, descrittive, rappresentative di sé).

Parlando di come si sentono rispetto a quella/e canzone/i, imparano ad esprimersi nel gruppo, con gli altri e in mezzo agli altri, e a mettere in condivisione le proprie emozioni.

Vengono poi formati dei sottogruppi e si uniscono creativamente le canzoni tra loro.

Romeo Lippi guida il gruppo e agevola questi processi, per far sì che l’esperienza sia arricchente per i partecipanti, creando empowerment e liberando energie positive.

img_2546

Fasi operative del laboratorio

1° Fase: Benvenuto emotivo, presentazione dei conduttori, dell’obiettivo e della metodologia del laboratorio.

2° Fase: Ogni partecipante dice il suo nome, da dove viene, come si sente in quel momento.

3° Fase: lavoro esperenziale, ogni partecipante scrive la sua “carta d’identità musicale”;

4° Fase: I partecipanti camminano nello spazio, guardano le rispettive “carte d’identità” e si scelgono, fino a formare delle coppie.

5° Fase: Condivisione (i partecipanti si dicono perché si sono scelti, si conoscono, parlano di sé all’altro)

6° Fase: La coppia formatasi descrive all’intero gruppo com’è stato lavorare insieme e cosa hanno capito dell’altro tramite questa breve esperienza.  

7° Fase: Condivisione finale (ognuno esprime le emozioni e le cose belle che si porta via da questa esperienza), saluto emotivo finale.

89blg28ks1a2dxfaru4hw_thumb_368e

Informazioni tecniche

Durata: ogni laboratorio può durare dalle 2 alle 5 ore.

A chi è rivolto: adolescenti.

Cosa serve: uno spazio confortevole dedicato.

– Per le “carte d’identità musicali”:
cartoncini e colori per scrivere (forniti dallo psicologo)

Benefici

– Coinvolgimento del pubblico in maniera ludica

– Creazione di relazione ed empatia tra i partecipanti

– Singolarità dell’esperienza

Se vuoi c’è un elemento in più: il bodypainting!

C’è la possibilità di integrare il laboratorio descritto anche con i colori, nel video una dimostrazione pratica di quello che succede.