Qual è il ruolo della musica durante la guerra?

Ho intervistato Federico Meli che con la sua band, i Giorni Anomali, è stato da poco in Donbass per fare due concerti e portare aiuti umanitari.

Gli ho fatto qualche domanda per raccogliere il suo vissuto in uno scenario di guerra che per noi quasi non esiste.

Federico, mi racconti qual era lo scopo del vostro viaggio?

Il viaggio nasce con l’intento di visitare una realtà dalla quale siamo del tutto estraneati, per capire come gira veramente il mondo, quali sono le verità non filtrate dai media nazionali; contestualmente, nel nostro piccolo, fare da portavoce e portare qualche aiuto umanitario: un’associazione lombarda (Lombardia Russia) aveva un ecografo fermo da mesi da far entrare nel territorio di guerra e noi abbiami fatto da corriere.

La musica? Forse il motivo meno importante; tuttavia per la gente del posto staccare da questa situazione terribile con due ore di concerto è utile. La musica ci ha aiutato a far sentire loro la nostra vicinanza.

qual-e-il-ruolo-della-musica-durante-guerra-giorni-anomali-3

Com’è la situazione in Donbass?

La situazione in Donbass è contraddittoria, c’è una tregua relativa: di giorno la situazione nei centri abitati è apparentemente tranquilla ma dopo le 22 tutti si chiudono in casa e a pochissimi chilometri si comincia a sparare.

Cosa ti ha colpito di più?

La faccia delle donne di 50 anni sopravvissute alle torture che ci raccontavano con faccia fiera e serena di essersi messe a mani nude davanti ai carri e a petto gonfio davanti alle pallottole dell esercito ucraino dicendo

“o Russia o Nuova Russia, questo posto non sarà mai piu Ucraina, dovranno sterminarci”

dicevano con i denti appena ricostruiti dopo le bastonate in bocca ricevute qualche mese prima dai soldati nemici.

Qual è il ruolo della musica durante la guerra?

Come ti dicevo prima la musica ci ha aiutato a far sentire la nostra vicinanza e come sempre i concerti cancellano i brutti pensieri, almeno per quelle due ore.

qual-e-il-ruolo-della-musica-durante-guerragiorni-anomali-4 qual-e-il-ruolo-della-musica-durante-guerra-giorni-anomali-5  qual-e-il-ruolo-della-musica-durante-guerra-giorni-anomali-2

Cosa si prova a suonare mentre a pochi chilometri si spara?

Non ci pensi lì per lì, ma poi  scende la sera e ti rendi conto di dove sei.

Cosa lasci in Donbass? Cosa ti porti via?

Lascio ogni dubbio sul fatto che le dinamiche geopolitiche tra poteri forti sono l’unico vero motivo che muove i conflitti del mondo e che tutto quello che ci raccontano i mass media main stream sono solo specchietti per le allodole.

 

Contattami

Vuoi contattarmi per capire se e come posso aiutarti?
Compila questo modulo e ti risponderò entro 48 ore:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Cliccando "Invia" acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi della legge 2016/679

Avrò massimo rispetto dei tuoi dati e della tua privacy LEGGI LA

Privacy Policy

Condividi!

Commenti

Pubblicato da

Romeo Lippi

Psicologo, Psicoterapeuta, Cantautore. Responsabile e fondatore del progetto "Lo Psicologo del Rock". Uso nella mia vita e nella mia professione l'integrazione tra canzoni e psicologia.