Heavy metal e disturbi cognitivi? Ma anche no!

Di recente, un gruppo di neuroscienziati ha pubblicato una ricerca relativa all’attività cerebrale degli amanti del genere heavy metal. A causa del suo risultato però, questo nuovo studio ha sollevato non pochi malcontenti, poiché è emerso che:

I fan del metal dimostrano disturbi della cognizione comportamentale ed emotiva.

Continua a leggere Heavy metal e disturbi cognitivi? Ma anche no!

Sport e musica: cosa succede dopo mezz’ora di allenamento?

Stringi i lacci delle scarpe da ginnastica e, cuffiette nelle orecchie, vai a fare allenamento abbinando musica e attività fisica.

Ti da la carica sentire i tuoi pezzi preferiti mentre fai sport. Canzoni che ti accompagnano mentre il cuore accelera i battiti e i muscoli si tendono e ti sostengono, quando la fatica comincia a farsi sentire.

Sei proiettato in avanti, verso nuove sfide e tutto appare possibile, con la musica. Eppure, dopo mezz’ora di allenamento accade qualcosa di indefinibile.

La spinta iniziale si esaurisce e alla corsa si sostituisce il passo.

Perché succede questo?
Continua a leggere Sport e musica: cosa succede dopo mezz’ora di allenamento?

Perché gli atleti ascoltano le canzoni? Il ruolo della musica nello sport [ricerca]

Qual è il ruolo della musica nello sport? Che ruolo ha la musica prima di una prestazione sportiva, o prima di un compito importante?

Le Olimpiadi 2016 a Rio sono state la prova di come la musica a qualche livello contribuisce alla buona riuscita della performance. Grazie alla musica in questi contesti è possibile:

– caricarsi raccogliendo le energie;

– concentrarsi per rimanere fermi sull’obiettivo;

– rilassarsi per evitare che la tensione prenda il sopravvento.

Per questo motivo siamo abituati a notare come diversi atleti di un certo livello si presentino in gara o sul ring di combattimento muniti di cuffie e sguardo concentrato: da Usain Bolt a Federica Pellegrini, da Roger Federer a Rafael Nadal, da Michael Phelps a Tania Cagnotto. Continua a leggere Perché gli atleti ascoltano le canzoni? Il ruolo della musica nello sport [ricerca]

Perché ad alcune persone non piace la musica? Anedonia musicale specifica [ricerca]

Ascoltare musica è una delle attività che preferiamo di più, perché ci stimola e produce piacere.

Durante l’ascolto infatti, il corpo striato del nostro cervello secerne dopamina, un neurotrasmettitore utile a mediare la sensazione del piacere: ecco la motivazione organica del perché ci piace la musica!

È possibile però, che ascoltando musica non si tragga piacere e ciò accade quando si è affetti da un disturbo neurologico chiamato Anedonia Musicale Specifica.

Continua a leggere Perché ad alcune persone non piace la musica? Anedonia musicale specifica [ricerca]

12 Canzoni sulla dipendenza da internet [dai Pink Floyd ai Marlene Kunz]

Negli ultimi 15 anni lo sviluppo e la diffusione della rete ha subito un enorme accelerazione fino ad arrivare ad oggi dove

internet è una delle esperienze di vita più importanti per le nuove generazioni e non solo per quelle.

L’uso e l’abuso della realtà virtuale però ha portato ad un importante confusione concettuale rispetto alla dipendenza patologica che avviene per l’uso dei termini in italiano addiction e dependence che vengono tradotti con la stessa parola “dipendenza”.

L’Internet Addiction Disorder (IAD) fa parte di quelle che sono chiamate le new addiction, ovvero le nuove dipendenze in cui non è necessario l’intervento di una sostanza chimica per sanarne l’abuso. Continua a leggere 12 Canzoni sulla dipendenza da internet [dai Pink Floyd ai Marlene Kunz]