“Creature comforts” ha un significato specifico in inglese: sono quelle cose che rendono la vita piacevole e non ci fanno sentire la sofferenza; le cose fondamentali per vivere.

Qualche giorno fa stavo sulla metro di Roma: ho ascoltato questa traccia e mi sono detto: “Bella, intensa, ci voglio fare un articolo. Guarda un po’ se adesso mi piacciono pure gli Arcade Fire…”

La traccia ruota intorno a diversi temi di ordine psicologico, che vi metto di seguito citando la traduzione del testo:

1. Odiare se stessi, il proprio corpo, la propria famiglia

Alcuni ragazzi odiano se stessi
Passano la vita odiando i loro padri
Alcune ragazze odiano i loro corpi
Stanno davanti lo specchio ad aspettare un giudizio […]

Alcune ragazze odiano se stesse
Si nascondono sotto le coperte con i sonniferi e
Alcune ragazze si tagliano 

Parlo con tantissimi adolescenti e giovani adulti, sia in terapia che in giro: i versi degli Arcade Fire descrivono bene alcune situazioni; Insoddisfazione di fondo, incapacità di gestire le proprie emozioni; senza queste competenze si sfocia in comportamenti che fanno male e non ci fanno crescere:

  • odio verso se stessi
  • incolpare i genitori dei propri vissuti (a volte hanno ragione)
  • tagliarsi
  • sostanze (gli psicofarmaci spesso sono assunti come droghe)
  • odio del proprio corpo con annessi problemi di autostima e alimentari

2. Confronto sociale/social con gli altri: “gli altri stanno meglio di me”

Alcuni ragazzi ottengono troppo, troppo amore, troppo contatto
Alcuni ragazzi fanno invece la fame

Se guardi su Instagram ti viene da dire che tutti sono tutti più felici, più ricchi, belli di te: loro hanno tutto, tu non hai niente. Tu hai troppo, io niente.

3. La fama come idea di risoluzione dei propri problemi

Dicendo “Dio fammi diventare famosa”
Se non puoi proprio fallo senza dolore
Basta che sia indolore

Allora l’unica soluzione per stare bene è essere popolare: quando sarò famoso/a, starò bene (non è vero: è pieno di star, presenti e passate, che stanno malissimo anzi la fama ha peggiorato il loro stato emotivo).

4. Suicidio: la via di fuga dall’insoddisfazione

Suicidio assistito
Sogna sempre di morire
Mi ha detto che ci è andata vicina
Ha riempito la vasca da bagno e ha messo il nostro primo disco

Le persone si uccidono non perché sono contente di farlo ma perché il suicidio è l’unica via che vedono per terminare il dolore, per uscire da uno stato di non senso.

5. Le risorse per stare bene sono intorno, ma non si riesce a vederle

Seppelliscimi senza soldi e senza nome
Nato in una miniera di diamanti
Sono tutte intorno a te ma non riesci a vederle
Nato in una miniera di diamanti
Sono tutte intorno a te ma non riesci a toccarle. 

La mappa non è il territorio: cioè, ognuno di noi ha in mente una rappresentazione (mappa) del mondo intorno (territorio) diversa;

Così se non sono abituato a guardare, ascoltare, percepire determinati stimoli, pur essendo nato in una miniera di diamanti (com’è il nostro mondo odierno pieno di risorse) non riesci a vedere e toccare le possibilità.

Il modo di vedere le cose non ti fa vedere le soluzioni.

Cosa ci fa Lo Psicologo del Rock con una traccia così?

  1. La faccio sentire ai miei pazienti per far vedere che c’è qualcuno che capisce la loro situazione.
  2. La analizzo con i miei pazienti per capire anche possibili soluzioni al loro disagio.
  3. I miei pazienti la mettono nelle loro playlist e posso cantarla e ballarla: cominciamo ad affrontare il problema in maniera diversa + catarsi.
  4. La faccio sentire ai genitori per far capire come si sentono i loro figli.
  5. La condivido con i colleghi così riescono ad empatizzare con le persone che aiutano.
  6. La uso individualmente per darmi il tempo quando salto sul tappeto elastico.
  7. Consapevolizzo che da cose “brutte” nascono cose belle = ARTE.

Con chi usare la traccia

Età: adolescenti e giovani adulti; oppure genitori di tali adolescenti e giovani adulti.

Gusti musicali: Alternativi, ricercati, internazionali.

Temi: 

  • Autolesionismo
  • Abuso di farmaci
  • Disistima
  • Problemi Alimentari
  • Suicidio
  • Instagram

Buona notizia: 

Nonostante tu ti senta uno schifo e la fame o il suicidio ti sembrano le uniche soluzioni, sei nato/a in una miniera di diamanti; se cambiamo insieme la tua mappa interna della realtà, troverai e toccherai le risorse per stare bene. 

Iscriviti ai miei contenuti gratuiti

Iscriviti alla mia newsletter

Condividi!

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi, mediante cookie, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi