Come aiutare le persone con ferite relazionali grazie ad una canzone degli Afterhours

“Ti nascondo dentro me, per non ritrovarti più.
La vedo la tua luce, sai? Ma non voglio ritrovare il tuo nome.”

Non voglio ritrovare il tuo nome degli Afterhours, un brano davvero pieno di significato dall’album “Folfiri o Folfox“, un album che parla di perdita, di emozioni complesse veramente “tosto”.

Questo brano è stato la colonna sonora di un allenamento emotivo con una mia atleta che ci ha accompagnato nel momento, molto delicato, in cui abbiamo iniziato a ricucire una vecchia ferita relazionale.

Continua a leggere Come aiutare le persone con ferite relazionali grazie ad una canzone degli Afterhours

Significato psicologico di “Dove sei” di Neffa

Mentre sembra che il mio mondo stia crollando su di me tu adesso dove sei?
Mentre io continuo a dire “no vedi che ormai non c’è” mi chiedo dove sei?

Così canta Neffa nella sua “Dove sei”. Questo brano ci permette di discutere del perché quando avviene una separazione dalla persona che amiamo, avvertiamo un dolore anche fisico.

Perché il nostro fisico reagisce all’abbandono come se ci fosse una ferita reale sul nostro corpo?

Ti viene da dire: Mi manca da morire, perché il dolore è veramente fisico!

Guarda il video:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

Continua a leggere Significato psicologico di “Dove sei” di Neffa

Creare la TUA discoteca labirinto, come suggeriscono i Subsonica, ti salverà la vita

Come cantano i Subsonica:

Vorrei una discoteca labirinto bianca, senza luci colorate, grande un centinaio di chilometri, dalla quale non si possa uscire.

I Subsonica, con la loro “Disco Labirinto”, hanno rappresentato, per una mia atleta emotiva, l’immagine molto vivida e l’idea del posto in cui rifugiarsi, lontano da tutto e tutti, nel quale poter stare sola con se stessa e “ballare”.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Continua a leggere Creare la TUA discoteca labirinto, come suggeriscono i Subsonica, ti salverà la vita

La forza della fragilità: “Anche Fragile” di Elisa diventa una canzone “terapeutica”

Come canta Elisa:

E perdonami, sono forte, sì
Ma poi sono anche fragile.

La canzone di Elisa “Anche Fragile” ci permette di dedicarci al tema di “mostrare la propria essenza”.

L’essenza è ciò che si nasconde all’interno della nostra armatura, all’interno di quello che in psicologia viene chiamato Ego.

L’Ego è l’armatura protettiva che noi costruiamo intorno alla nostra essenza, che è molto più flebile, potenzialmente più vulnerabile.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Continua a leggere La forza della fragilità: “Anche Fragile” di Elisa diventa una canzone “terapeutica”