Le canzoni per favorire la ripresa dall’ictus

L’ictus (sia ischemico che emorragico), se non trattato per tempo, può portare malfunzionamenti neurologici causati dalla morte delle cellule presenti nel cervello.

È impossibile comprendere in fase acuta quali saranno le disfunzioni future causate da questo tipo di patologia e una ripresa totale di tutte le funzioni fisiologiche è altamente improbabile.

Una nuova ricerca, però, ha trovato nelle canzoni e nella musica un metodo per favorire la ripresa del soggetto colpito da ictus e si spera, in un futuro, di poter utilizzare questa prassi per attuare delle cure (anche domiciliari) con costi ridotti rispetto alle tradizionali forme di riabilitazione. Continua a leggere Le canzoni per favorire la ripresa dall’ictus

5 canzoni “terapeutiche” per una donna che mangiava troppa cioccolata

Oggi vi racconto di Fiona (nome di fantasia) e delle abbuffate nel suo giorno libero dal lavoro.

Fiona è una donna attraente, di 36 anni. Al primo incontro porta con sé una convinzione maturata nei mesi precedenti:

“Mi abbuffo dopo essermi occupata della casa. Mi resta tanto tempo libero in cui leggo, dipingo o faccio una passeggiata. Secondo me mi annoio, è per questo che quando sono a casa mangio così tanto!”

Tutta colpa della noia?

Continua a leggere 5 canzoni “terapeutiche” per una donna che mangiava troppa cioccolata

“Abbi cura di te” di Levante diventa una canzone “terapeutica”

Prendersi cura di se stessi è più difficile di quello che si crede.

Possiamo dirlo ma a fatti spesso succede il contrario: scegliamo o ci ritroviamo in situazioni che ci fanno soffrire o che non ci danno ciò di cui abbiamo bisogno; ed è difficile uscirne.  Continua a leggere “Abbi cura di te” di Levante diventa una canzone “terapeutica”

“Gli immortali” di Jovanotti diventa una canzone “terapeutica”

Ci si può sentire “immortali” anche grazie alle canzoni?

Il gruppo di Songtherapy è una mia metodologia che unisce le canzoni, la psicologia e la psicoterapia per aiutare le persone a conoscere se stessi e sviluppare il proprio potenziale.

Una ragazza per descrivere il suo vissuto rispetto a questo gruppo ha affermato:

Il gruppo: una delle più belle esperienze che ho fatto in vita mia! Come sempre all’inizio avevo la paura di una cosa nuova, poi dopo poco l’ansia è scomparsa ed è rimasta la gioia e voglia di tornare in quella stanza quelle persone sconosciute, “ma non troppo” sconosciute. Poco a poco ci conosciamo sempre di più e nasce uno scambio reciproco di emozioni. Bellissimo!

ha poi indicato il pezzo di Jovanotti, che trovate sotto, per descrivere con una canzone quello che avete appena letto.

Il senso di empowerment

Continua a leggere “Gli immortali” di Jovanotti diventa una canzone “terapeutica”

La mia canzone sulla psicoterapia

Un giorno ero con il mio maestro Edoardo Giusti dell’ASPIC di Roma, durante la supervisione professionale (un momento in cui uno psicoterapeuta più esperto consiglia il da farsi a un collega più giovane). Mi disse perché non scrivi una canzone sul processo di cura, sul percorso di terapia, una canzone sulla psicoterapia?

Sul momento mi sembrò una cosa impossibile, ma poi questo argomento continuò a macerare nel mio inconscio.

Cos’è il cielo d’acciaio?

Continua a leggere La mia canzone sulla psicoterapia